Farmacia dello Sportivo

da un'idea del Dott. Giorgio Martini c/o Farmacia S.Rocco CEMBRA TN P. IVA 01506850229

Articolo Comsubin serata a Trento

Sharing is caring!

http://www.valledeilaghi.it/jcms/201704017845/regionali/palombari-e-sub-del-con.sub.in.-trento.htm

 

Palombari e sub del CON.SUB.IN. – Trento

170331 Serata Comsubin Trento 01

Dal 1849 al recupero del relitto dei migranti: storia ed impegno del personale COM.SUB.IN.

TRENTO – Coinvolgente serata presso lo studentato di eccellenza NEST (dove alloggiano molti studenti universitari) nella serata del 31 marzo 2017, con il comandante Capitano di Fregata della Marina Militare Giampaolo Trucco, responsabile del Comando Subacquei e Incursori (COM.SUB.IN), con base navale al promontorio del Varignano (Porto Venere) a La Spezia. Incontro promosso dal Gruppo ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) e dalla Lega Navale del Trentino, rispettivamente diretti dal Capitano di Fregata Giorgio Martini e da Alberto Mirandola. Il comandante Trucco ha iniziato la serata con una dettagliata descrizione storica sulle origini dei palombari della marina militare italiana (tra le migliori al mondo), forte di una esperienza iniziata nel lontano 1849, quando ancora l’attività subacquea (intesa come sub) era ancora da addivenire. Si è quindi passati alla descrizione degli eventi bellici della prima e della seconda guerra mondiale, al recupero dei relitti le navi ed i sommergibili affondati lungo le coste italiane, all’intensa opera di bonifica degli ordini inesplosi (raccolti nel solo 2016 ben 12.593 bombe), alla descrizione delle attrezzature in possesso del personale COM.SUB.IM (a sua volta suddiviso dal Gruppo Operativo Subacquei GOS e dal Gruppo Operativo Incursori GOI). Si è quindi passati alla descrizione (con video e foto storiche ed attuali) dei principali interventi di questi ultimi anni. Dall’operazione della nave Costa Concordia (2012), all’attività nelle basi artiche, al recupero di migranti restati intrappolati nei barconi con migliaia di vittime (2013-2015), al recupero dei marinai rimasto schiacciati dalla torre di controllo piloti portuale a Genova (2013). Interessante poi, i riferimenti storici sulle operazioni militari (2ª Guerra mondiale) nel porto di Alessandria d’Egitto utilizzando dei siluri SLC (Siluro Lenta Corsa), ai più conosciuti come “maiali”, allora facente parte della Xª Flottiglia MAS legata al ricordo di Teseo Tesei. Il COM.SUB.IN oggi dipende direttamente dal Ministero della Difesa, quale Forza Speciale delle Forze Armate Italiane, ed opera in stretta sinergia con il 9° Reggimento d’assalto paracadutisti “Col Moschin”, il 17° Stormo incursori dell’Aeronautica militare, il Gruppo di Intervento Speciale GIS dei Carabinieri e con altre aliquote con specifiche capacità di condurre operazioni speciali sul territorio nazionale che internazionale.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 Aprile 2017 da in ARTICOLI PUBBLICATI.